Clash of Clans, il gioco dei barbari per mobile – Strategie

Clash of Clans.Clash of Clans è un casual game gestionale per iPhone e iPad disponibile gratuitamente su AppStore. Come molti altri titoli del genere come Metropolis, Simpson o My Little Pony, si tratta di costruire un nucleo abitativo, nella fattispecie un villaggio di barbari in un contesto fantasy, e farlo espandere nel tempo migliorando gli edifici e addestrando truppe in grado di conquistare i territori confinanti.

Come gli altri giochi del genere è basato su un modello fremium: il gioco è totalmente gratuito ma è possibile acquistare dei pacchetti di gemme per azzerare le attese di costruzione o per accedere direttamente a edifici e potenziamenti di alto livello. La particolarità del modello fremium di Clash of Clans è sicuramente il fatto che sia decisamente remunerativo per Supercel, visto che il gioco riesce a registrare circa 500.000$ al giorno! Il motivo è presto detto: Clash of Clans è un gioco strutturato molto bene, con un’interfaccia estremamente piacevole e un modello di espansione delle città meno frustrante rispetto ai giochi concorrenti.

Il problema è che, senza acquistare pacchetti di gemme, il ritmo di crescita è notevolmente lento. Questo meccanismo accuratamente bilanciato fra piacevolezza del gioco e terribile sensazione di attesa porta inevitabilmente i giocatori a guardare con crescente desiderio i pacchetti di gemme, in vendita da 4,49€ in versione da 500 fino alla cifra incredibile di 89,99€ per un pack da 140.000.

Analizzando nel dettaglio le meccaniche, Clash of Clans si basa fondamentalmente su due fasi di gioco: una di costruzione e amministrazione del villaggio e un’altra militare.

La fase gestionale di CoC è sostanzialmente analoga a quella degli altri giochi del genere: l’interfaccia presenta sulla destra un’icona che permette l’accesso al menu delle costruzioni, ognuna con il proprio costo in monete d’oro e gocce di elisir. Una volta selezionato l’edificio da costruire bisogna attendere il tempo necessario alla costruzione oppure pagare, in gemme, l’immediato completamento dell’opera. Le gemme fornite con il gioco permettono di costruire senza sosta per un paio d’ore dopodiché o ci si arma di pazienza o si mette mano al portafogli.

Una volta costruiti gli edifici c’è ovviamente il momento della raccolta delle risorse dove, sostanzialmente, si tratta di toccare le icone giuste per mettere in cassa elisir e monete d’oro. Rispetto agli altri giochi, come già detto, il sistema di raccolta di CoC non è assolutamente frustrante e parzialmente automatizzata. Per di più, la spiccata natura social del gioco permette di coinvolgere amici nel processo di crescita del proprio villaggio.

A questo punto non c’è altro da fare se non passare alla fase di gioco strategico-militare in cui è necessario addestrare un nutrito gruppo di soldati di vario genere e dare battaglia ai clan confinanti per sconfiggerli e razziare ferocemente i loro territori. L’idea delle truppe diverse e la composizione varia del proprio esercito è vincente e offre una discreta varietà di personalizzazione, ma la fase di battaglia lascia un po’ a desiderare. In pratica non si fa altro che “sganciare” le truppe in un punto della mappa nemica e poi… iniziare a pregare che l’intelligenza artificiale dei propri soldati attacchi le unità e gli edifici nemici nell’ordine giusto. In questo senso viene sicuramente premiata più la quantità di truppe che la qualità delle unità scelte. Un peccato, perché toglie profondità alla componente strategica del gioco. Certo, resta importante scegliere il punto in cui posizionare le proprie truppe, ma è evidente che nessuno dotato di un minimo di senso pratico le farebbe comparire davanti a un cannone.

Quanto al comparto tecnico Clash of Clans è a mani basse uno dei migliori del genere, grazie a una grafica davvero curata, un buon comparto sonoro e controlli touch davvero precisi.

In sostanza, Clash of Clans è sicuramente un prodotto realizzato con estrema cura, per quanto sia specificamente indirizzato a un target casual a cui poco interessa la profondità strategica del titolo. Il modello freemium, a quanto pare, è stata una scelta azzeccata da parte di Supercel ma resta comunque una limitazione abbastanza stringente per chiunque voglia avvicinarsi al gioco con l’idea di non spendere neanche un euro.

Per giocare scaricate il gioco da questo link di Apple Store, poi venite a ridare un’occhiata alle strategie da mettere in atto, sia in difesa che in attacco:

Video strategie di Attacco:

Video strategie di Difesa:

Eldero
Appassionato di giochi online.

Commenta!

1 COMMENTO

  1. Su game center mi trovate come wideoreviews e per ora sono nel clan V.M.18. PS2: se venite a cercarmi nel clan e in quel momento non sono online, vi ringrazio lo stesso anche se poi uscite, fa comunque piacere! Per dei consigli sul villo potete cmq non scomodarvi a venire nel clan ma mandarmi una mail, ma questo è a vostra libera scelta! Ho appena modificato completamente il post della costruzione del villaggio, lo trovate qui, se mi lasciate le vostre impressioni mi farebbe molto piacere:
    http://www.wideoreviews.com/2012/11/clash-of-clans-come-costruire-al-meglio.html
    E qui vi lascio l’evoluzione del mio villaggio così da darvi degli spunti per posizionare il vostro. Ciao!

Commenta

Ricevi un avviso via email se ci sono nuovi commenti dopo il tuo.