Hero Quest.Cercando tempo fa del materiale in rete per il mitico gioco da tavolo che porta il nome di Hero Quest mi sono imbattuto in questa nuova trasposizione di un antico gioco per Nintendo. Le perplessità sul fatto di scriverne un articolo sono state non poche ma alla fine il lato nostalgico-redazionale ha prevalso, e non poteva non essere che così.

Si perché il granitico Hero Quest ha segnato uno spartiacque nel microcosmo ludico dei giochi da tavolo ad ambientazione fantasy, tutto questo agli inizi degli anni 90, se ben ricordo. Hero Quest, la cui produzione è stata bloccata nel giro di pochi anni nonostante il successo strepitoso, è rimasto comunque un vero è proprio cult per giocatori vecchi e nuovi,  a dimostrazione di ciò basta scorrere i numerosi siti dedicati al gioco e i prezzi pazzi a cui è proposto per esempio su Ebay.

Il successo ottenuto derivò in parte dalle dinamiche di gioco semplici e scorrevoli che permettevano a tutti a quegli appassionati di fantasy di potersi imbarcare in epiche avventure pur non conoscendo le regole dei più complessi e dispendiosi giochi di ruolo alla Dungeons & Dragons e compagnia bella; da sempre infatti la semplicità è stata premiata maggiormante dal pubblico. Dal momento del suo ritiro sul mercato si è sempre vociferiato di una sua possibile ripubblicazione mai avvenuta.

Ora tornando alla trasposizione della nintendo che troviamo in rete dobbiamo osservarla in un’ottica di nostalgica rievocazione di ciò che è stato! … Ciò nondimeno il gioco comunque è la perfetta trasposizione di quello che era il gioco da tavolo nella sua totalità, abbiamo perfino il simulatore di dadi che genera un numero da 2 a 12. Le dinamiche di avanzamento si svolgono infatti in turni, prima gli eroi e poi il Mago Maligno che muove i terribili mostri.

Possiamo impersonare dunque il muscoloso barbaro, il piccolo ma tenace nano, il misterioso mago o il versatilissimo elfo. Le prime due classi sono specializzate nella forza e nel  combattimento corpo a corpo, il mago è un esperto in incantesimi, l’elfo è una via di mezzo in quanto possiede un numero limitato di magie ma è anche un abile combattente. La cosa stupefacente è che le avventure che il gioco propone sono proprio quelle del boardgame originale.

Nonostante la grafica non certo brillantissima Hero Quest scorre che è un vero spasso anche se per i giocatori che non conoscono il gioco da tavolo le dinamiche possono apparire un po’ misteriose.

Il mio consiglio per chi è di primo perlo quindi è di dare quindi un’occhiata ai vari siti che trattano l’argomento, giusto per farsi un’idea. Poi passare all’azione cliccando sul link!

Vai a Hero Quest!

Commenta!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ricevi un avviso via email se ci sono nuovi commenti dopo il tuo.