After the Fall, left 4 dead in chiave VR

Salve amici e amiche del VR oggi parleremo di AFTER THE FALL dalla casa Vertigo Games gia produttrice del piccolo gioiello Arizona sunshine. Il gioco si presenta come un left 4 dead ma in chiave VR il che dà nuova linfa a una tipologia di gioco che ormai era sulla via del tramonto. La realtà virtuale ci farà vivere l’esperienza in una nuova veste totalmente immersiva e mai noiosa cambiando il nostro punto di vista.

GIOCO

AFTER THE FALL è un frenetico co-op shooter, che in compagnia di altri 3 compagni ci chiederà di  arrivare fino al punto di uscita passando da una manciata di safe house, che sono separate tra loro da orde di terrificanti zombi, il tutto contornato da una storia che anche non brillando (anzi quasi non ci si fa caso XD) fa il suo lavoro. Potremo inoltre aumentare il livello di difficoltà sbloccando gradualmente pezzi sempre migliori con cui equipaggiare le nostre armi, ma allo stesso tempo aumentando in numero e in resistenza le orde che dovremo affrontare. A livelli di difficoltà alti dovremo cambiare strategia di gioco non potremo più avanzare come terminator di zombie, ma dovremo studiare le situazioni e organizzarci al meglio con i compagni o credetemi verrete severamente puniti. Esistono anche modalità di sopravvivenza e pvp ma quest’ultima non è quasi mai utilizzata.

ARMI

Le armi sono ben progettate riescono a dare il giusto feeling, la soddisfazione di spappolare i non morti con le varie bocche da fuoco soprattutto se presenti in gran massa è grande. Il numero delle armi non è incredibile ma non sono neanche troppo poche, diciamo che c’è un giusto equilibrio e la possibilità di modificarle e potenziarle con svariati pezzi e mod per poterne aumentare il potere distruttivo è sicuramente un grande punto in più. Per quanto riguarda il sistema di ricarica esistono 2 modalità una più facile e una diciamo realistica che ne aumenta la difficoltà quindi spetta a voi decidere se dare questo tocco in più alla vostra giocata.

GRAFICA

Nel Quest 2 nonostante gli innegabili tagli sul fronte della modellazione poligonale, delle textures e dell’illuminazione rispetto alla versione PC,  riesce a reggere bene. Non siamo, anche qui, di fronte alla bellezza e alla pulizia di Resident Evil 4 VR, ma il prodotto Vertigo si difende più che dignitosamente nel mucchio, e stupisce soprattutto grazie a una mole di elementi a schermo portentosa, e un framerate che non perde letteralmente un colpo.

COMANDI

I comandi son ben strutturati, precisi  e sono abbastanza intuitivi. La velocità di risposta è buona quanto basta per potere godere a pieno del gioco nel massimo della sua frenesia e credetemi ci saranno dei momenti in cui dovrete essere molto lesti.

CONSIDERAZIONI FINALI

AFTER THE FALL per quanto la longevità del gioco di un unica run a difficoltà normale non sia eccelsa ha saputo intrattenerci per svariate e svariate ore, con la voglia crescente di aumentarne la difficoltà sbloccare nuovi strumenti di morte e aumentare la nostra efficacia nello sterminio. Il gioco è davvero divertente grazie anche alla componente cross-play difficilmente non troveremo qualcuno con cui giocare, anche perchè il titolo è sicuramente più godibile se giocato con dei compagni.

Noi lo consigliamo vivamente, per quanto la tipologia di gioco nel tempo nelle classiche piattaforme abbia alla fine stancato, after the fall vi darà sensazioni mai provate prima. Dovete averlo.

 

voto finale 8,5

Recensione di Paolox89x

Articolo precedenteStride, il parkour in vr non è mai stato così divertente!!
Articolo successivoThe Walking Dead: Saint & Sinners

Commenta!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments